Pasqua tra sacro e profano

La mattina della Domenica di Pasqua, in diversi comuni della provincia di Agrigento, si svolgevano bellissimi eventi a metà tra il sacro ed il profano.
Uno dei più affascinanti è senz’altro ‘U ‘Ncontru di Aragona, durante il quale gigantesche statue lignee rappresentano il momento della Resurrezione.


Un altro appuntamento di eccezionale valore artistico è quello degli Archi di Pasqua di San Biagio Platani, un culto tradizionale del paese che risale alla seconda metà del 600.
Gli appartenenti alle Confraternite del luogo realizzano lungo la via principale una esposizione di monumentali costruzioni artistiche, gli “Archi”, interamente fatti con canne, spighe, fiori, frutti e pane.
 
Protagonista di ogni tavola, torna la carne.
I menù sono sfarzosi, talvolta perfino barocchi: i numerosi antipasti, la pasta ricca di ingredienti e rigorosamente cotta al forno, i secondi (mai solo uno) realizzati da antiche ricette siciliane, un paio di adeguati contorni e, per concludere in bellezza, cannoli e cassata, un tripudio di ricotta e frutta candita.

Che il vino sia dei migliori: ciò non significa, necessariamente, il più caro… ma quello che dopo il pranzo non diventi elemento di malessere… meglio chiedere consigli in enoteca.

(testi e foto di Sapori di Girgenti)

https://www.saporidigirgenti.it/?s=sosizza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...